News da rifondazione.it

Rifondazione: domani a Napoli in corteo con migranti e rifugiati, permesso di soggiorno per tutte/i

  • Inviato il: 16/06/2022
  • Da: redazione

Rifondazione Comunista – nell’avvicinarsi della Giornata mondiale del rifugiato – partecipa e invita a partecipare alle mobilitazioni indette dalle associazioni e dai movimenti dei rifugiati e migranti che si terranno domani 17 giugno a Napoli, a partire dalle ore 10.00 e dopo domani, alla stessa ora a Caserta. Impossibile non esserci di fronte allo scempio, perpetrato da governi di centro sinistra e di centro destra, con lo stesso cinismo, dei diritti di chi arriva in Europa alla ricerca di un futuro o in fuga da guerre, dittature, catastrofi ambientali, crisi economiche.

Caro Gualtieri, l’Europa non ti chiede l’inceneritore. E a sciare continueremo ad andare a Campo Felice…

  • Inviato il: 16/06/2022
  • Da: redazione

Elena Mazzoni*
Perché non è una buona idea l’opera pensata dal sindaco di Roma (per tutti e per i Castelli romani)
Nell’immaginario collettivo, appena si dice “Castelli Romani”, parte il film: viottoli di campagna, sentieri tra le vigne, in cui pampini e filari disegnano itinerari suggestivi, creati dalla natura e dalla mano dell’uomo, borghi affacciati sui laghi vulcanici, boschi e radure, fraschette, romanella e quell’arietta fresca. “Come tutto ‘n Paradiso, li Castelli so’ così”
Ecco, riavvolgiamo il nastro.

In Italia salari annui da fame per la troppa precarietà

  • Inviato il: 16/06/2022
  • Da: redazione

di Massimo Franchi
SEMPRE PIÙ POVERI. Un lavoratore italiano guadagna in media 15 mila euro in meno di un tedesco, 10 mila di un francese. Il tasso di part time involontario è del 62% contro il 7% della Germania: «Una vera piaga»
Un lavoratore in Italia guadagna in media in un anno ben 15 mila euro in meno di un omologo tedesco e 10.700 in meno di uno francese. La stima è della Fondazione Di Vittorio nella sua analisi sui salari da cui si evince che la ragione principale di questo spread in busta paga è l’altissimo livello di precarietà.

Acerbo (Prc-Se): Regione Abruzzo dice si a metanodotto Snam pugnalando alle spalle Valle Peligna. Un affare da 2 miliardi

  • Inviato il: 15/06/2022
  • Da: redazione

Il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio di Fratelli d’Italia ha dato il parere favorevole al metanodotto Snam Sulmona – Foligno pugnalando alle spalle i cittadini della Valle Peligna che da 15 anni si mobilitano contro un’opera devastante e inutile.
La scelta di Marsilio è gravissima perchè contraddice le ripetute deliberazioni del Consiglio Regionale, della Provincia dell’Aquila e dei comuni della Valle Peligna. Ridicolo che si dica che lo studio sismico sia rinviato a dopo l’autorizzazione.

ORA BASTA CON LE BUGIE E LA CATTIVA POLITICA SANITARIA DELLA DESTRA AL GOVERNO REGIONALE E LOCALE

  • Inviato il: 15/06/2022
  • Da: redazione

Il “Nodo Ternano per la Sanità Pubblica è nato con la volontà di aggregare” singoli cittadini ed organizzazioni allo scopo di difendere quel che resta della sanità pubblica e ripristinare tutti quei servizi cancellati da decenni di tagli.
Lo smantellamento del sistema sanitario umbro è stato notevolmente accelerato durante il periodo di emergenza covid.

Rifondazione: referendum, battuto garantismo per soli ricchi della destra

  • Inviato il: 13/06/2022
  • Da: redazione

Rifondazione Comunista esprime soddisfazione mista ad amarezza per la netta bocciatura dei cinque referenda proposti dalle Regioni guidate dalla destra. Purtroppo i quesiti affrontavano in maniera sbagliata temi – come quello dell’abuso della custodia cautelare – che avrebbero richiesto un approccio meno strumentale.

Acerbo (Prc-Se): vittoria di Mélenchon ci incoraggia anche in Italia

  • Inviato il: 13/06/2022
  • Da: redazione

La vittoria di Mélenchon al primo turno è una vittoria del fronte pacifista e di una sinistra autentica. Le nostre compagne e i nostri compagni della NUPES superano i macroniani (insomma il loro Pd) e l’estrema destra è al terzo posto. Ancora una volta il gallo francese lancia un messaggio a tutta l’Europa. Il primo è che una sinistra autentica può tornare a essere popolare e a vincere, non sta scritto da nessuna parte che bisogna scegliere tra peste e colera.

Al WTO di Ginevra rischio chiusura sui brevetti per i vaccini anticovid. In pericolo la vita di milioni di esseri umani

  • Inviato il: 13/06/2022
  • Da: redazione

Milano, 13 giugno 2022. “Sarebbe un colpo durissimo per il diritto alla salute dei popoli della terra, soprattutto di quelli più poveri e svantaggiati, se dovessero essere confermate le notizie trapelate nella prima giornata della riunione interministeriale del WTO, in corso a Ginevra da ieri: il documento presentato dai vertici del WTO all’apertura dei lavori è un vero disastro.

Pagine