News

Le due destre. Perché con Bonaccini non ha vinto la sinistra

  • Inviato il: 31/01/2020
  • Da: redazione

di Tomaso Montanari
È una buona notizia che l’Emilia Romagna non sia passata sotto il governo di estrema destra della Lega, e che il plebiscito mediatico costruito da Matteo Salvini non sia andato a buon fine.
Ma francamente sono molto scettico, e a tratti francamente preoccupato, per la lettura entusiastica che di questo passaggio elettorale si sta dando anche nella sinistra che da tempo ha saggiamente deciso di non vedere nei turni elettorali i generatori del futuro. Provo a spiegare perché.

Categoria: 

In ricordo di Marina Pivetta

  • Inviato il: 31/01/2020
  • Da: redazione

“Il partito è maschio, se sarà virile, lo vedremo!” Con questo epitaffio, amaro ed ironico nello stesso tempo, una compagna commentò dal palco l’elezione della Direzione nazionale di Democrazia Proletaria al termine di un Congresso che aveva eletto pochissime compagne in un organismo formato da decine di persone.

Categoria: 

Acerbo (Prc): «È un paese senza sinistra, c’è solo quella ornamentale»

  • Inviato il: 31/01/2020
  • Da: redazione

Intervista di Daniela Preziosi al segretario di Rifondazione comunista su Il manifesto. Perdiamo perché lo schema bipolare è entrato nelle teste. Ma restiamo alternativi al centrosinistra, si può vincere con le facce fresce ma resta che i ceti popolari votano a destra. Podemos ha fatto una battaglia autonoma poi si è alleata con il Psoe, da noi il sì al Pd è ’a prescindere
Maurizio Acerbo, il Prc di cui è segretario sosteneva L’Altra Emilia Romagna, che ha preso lo 0,4 per cento. In Calabria non si è presentato. Responso severo, e viene dopo altre sconfitte.

Categoria: 

Scuola: occhio alla propaganda pseudo ambientalista e alle operazioni di greenwashing

  • Inviato il: 29/01/2020
  • Da: redazione

Le imprese, specialmente quelle grandi, oltre a preoccuparsi di accumulare profitti sempre più alti, curano molto anche la propria immagine e si garantiscono così la “presa” sull’opinione pubblica, in gran parte assoggettata all’egemonia culturale del mercato, anche grazie ad una informazione abilmente guidata.

Categoria: 

Palestina, contro la farsa della proposta Trump

  • Inviato il: 29/01/2020
  • Da: redazione

Ma quale piano di pace. Ma quale accordo. La proposta di Trump sancisce l’apartheid e legalizza il furto di terra da parte israeliana. I Palestinesi hanno già dato  con il precedente “Accordo di Oslo”. Un accordo che non ha portato nessuna pace, ma solo l’ulteriore espansione delle colonie, a scapito dei diritti palestinesi sulla loro terra.

Categoria: 

SCUOLA – GOVERNO: UNA TRATTATIVA NON ORDINARIA

  • Inviato il: 29/01/2020
  • Da: redazione

La trattativa sindacale che si sta aprendo sulla scuola con la ministra Azzolina non è di ordinaria amministrazione. A partire dal Contratto Nazionale fino allo storico tema del precariato, su cui in particolare la FLC investe molto, per gli impegni presi con migliaia di precari, si apre una trattativa su questioni rilevanti anche sul piano politico, non solo per l’oggettiva incidenza delle condizioni di lavoro sulla qualità della scuola, ma anche per il contesto in cui si svolge.

Categoria: 

Dichiarazione finale dell’incontro mondiale contro l’imperialismo (Caracas, 22-24 gennaio 2020)

  • Inviato il: 29/01/2020
  • Da: redazione

Noi, delegazioni dei partiti politici e movimenti sociali riuniti a Caracas, capitale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, in occasione dell’ “Incontro Mondiale contro l’Imperialismo”, dopo la discussione realizzata, siamo arrivati alle seguenti conclusioni:

Categoria: 

Pagine