News dal Regionale

Atac svende il bene pubblico

Lo stato debitorio in cui versa ATAC è noto a tutti, così come è noto che il famoso “Concordato” impone all'azienda un piano di ripianamento del debito. 

Questo impegno è stato interpretato dalla Direzione ATAC (ma chiaramente anche da parte del Comune di Roma) come mano libera nel dismettere a prezzi stracciati il bene pubblico, acquisito con i soldi dei romani e domani regalato a qualche speculatore in attesa di fare affari d'oro. Fra questi c'è un'area ad Acilia che dovrebbe essere utilizzata come parcheggio di scambio per la costruenda stazione di Acilia sud.

I medici cubani in Italia, militanti dell'umanità

Vi dico la verità: mi è venuto un groppo in gola quando ho visto le foto e i video dei medici cubani che sono arrivati a Milano. Non so quale pensiero m'abbia commosso di più.

Di sicuro il fatto che vengono qui a rischiare la vita. Lo sanno che un gran numero di contagi in Italia avviene negli ospedali. Ma non hanno paura. Come ha detto uno di loro: “quando c'è in gioco la vita, la paura si fa da parte.”

Coronavirus e lavoro nero

Lo stillicidio ormai quotidiano di decreti e circolari, peraltro parziali e tardivi, porta a generare comportamenti individuali, necessari ma non sufficienti, come attenzione all'igiene e al contagio, ma finora ci si è preoccupati di salvaguardare soprattutto la produzione, industriale e non, per non far cadere l'economia e conseguentemente il PIL.

Business Park e annesso Stadio a Tor di Valle con: siamo alle battute finali?

Gli ultimi eventi resi noti dalla stampa lasciano presagire il de profundis per lo sciagurato progetto devastatore di Tor di Valle.

Il cambio di proprietà, con l'abbandono di Pallotta (che però va via col portafogli gonfio) e l'arrivo del nuovo proprietario, apparentemente più pragmatico, pare abbiano fatto naufragare in maniera definitiva la devastazione di Tor di Valle. Lo Stadio si fa altrove, pare a Tor Vergata, accolto a braccia aperte da Caltagirone.

Autostrada A12: quello che vogliono i costruttori e quello che serve a cittadini e pendolari

Il progetto di sostituire l’attuale via Pontina da Roma a Latina con un’autostrada a pedaggio collegata a nord alla Roma-Civitavecchia e a sud alla Roma-Napoli cominciò a girare negli anni ‘90, per poi essere ripresa dalle giunte regionali che si sono succedute con Storace, Marrazzo, Polverini, Zingaretti.

Perché una newsletter

Storytelling è una parola molto abusata e spesso a sproposito. Ma c'è una verità incontrovertibile: ciò che non è raccontato non esiste.

Era vero nel Novecento; lo è ancor più oggi nell'era digitale.

Sono molte ed enormi le difficoltà che il nostro partito deve affrontare oggi. Alcune non sono immediatamente alla nostra portata, come per esempio le leggi elettorali ammazza-rappresentanza, fatte apposta per tenere fuori dai giochi tutti quelli che non si piegano al sistema. Altre invece sì.

Pagine