News da rifondazione.it

USA: L’ESITO DEL VOTO DOPO UNA GRANDE SOLLEVAZIONE POPOLARE

  • Inviato il: 08/11/2020
  • Da: redazione

Sconfitto da Biden e avvolto nel proprio delirio: così si chiuderà il soggiorno di Donald Trump alla Casa Bianca. Non sappiamo quali porte si apriranno per lui, dopo. Nei mesi del marasma post-elettorale, dicono alcuni, potrebbe essere fatto assurgere a icona dell’eroe sfortunato; pochi altri, invece, si spingono a ipotizzare che gli si chiudano le porte della casa repubblicana: che nel lavoro per sanificarne le stanze, la servitù chiuda fuori il padrone di casa. Già ora c’è chi fa finta di non conoscerlo.

Acerbo (PRC-SE): il fascista Trump sconfitto dalla nuova classe lavoratrice multirazziale

  • Inviato il: 07/11/2020
  • Da: redazione

Salutiamo con grande gioia la sconfitta del fascista Trump.
È assai divertente che il presidente che aveva basato la sua campagna sull’appello al voto contro il comunismo e il socialismo venga dichiarato sconfitto il giorno dell’anniversario della rivoluzione d’Ottobre.

Costa d’Avorio: una farsa elettorale contro la pace nel Paese e nella regione

  • Inviato il: 06/11/2020
  • Da: redazione

 
Come molti prevedevano, le elezioni presidenziali del 31 ottobre 2020 in Costa d’Avorio sono state una farsa. Il presidente uscente, Alassane Ouattara, ha deciso di vincerle solo con il 94%. E’ il triste risultato dei  brogli elettorali, delle minacce e dell’uso della violenza militare e paramilitare contro gli oppositori che hanno fatto appello alla disobbedienza civile.

Acerbo-Russo Spena (Prc-Se): basta con caos Regioni, commissariare Lombardia e bloccare autonomia differenziata

  • Inviato il: 05/11/2020
  • Da: redazione

Le polemiche di queste ore dei presidenti delle regioni sono uno spettacolo indecente. Siamo da mesi di fronte al caos provocato dalla regionalizzazione della sanità e sarebbe ora che si prendesse atto che la modifica del Titolo V della Costituzione nel 2001 è stata un fallimento. Noi di Rifondazione Comunista allora fummo gli unici a opporci e lo rivendichiamo. È ora di tornare al testo originale della Costituzione e di ammettere che è stata una delle tante riforme fallimentari.

RIFONDAZIONE COMUNISTA CON i METALMECCANICI PER IL CONTRATTO E CONTRO L’ARROGANZA DEGLI INDUSTRIALI

  • Inviato il: 04/11/2020
  • Da: redazione

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero nazionale dei metalmeccanici, indetto per domani 5 novembre da Fiom, Fim e Uilm, a sostegno della piattaforma contrattuale contro l’oltranzismo di Federmeccanica e Assistal  che non solo chiudono a tutte le richieste, ma attaccano le tutele esistenti rifiutando l’esigibilità di diritti conquistati.

Rifondazione “Governo, Regioni e Confindustria dichiarano di voler contrastare la pandemia, ma vogliono solo introdurre l’autonomia differenziata. Solo una sanità pubblica diffusa può rimettere in salute il Paese”

  • Inviato il: 03/11/2020
  • Da: redazione

La continua produzione di DPCM è inversamente proporzionale alla capacità politica e scientifica con cui, Governo e Regioni si sono preparati ad affrontare la seconda fase della pandemia. La sanità pubblica è assediata da Confindustria e dagli egoismi delle regioni più interessate ad approfittare di questa fase per ottenere l’autonomia differenziata, inserita nella legge di stabilità che a contrastare la pandemia.

Rifondazione Comunista: “Toti dimettiti”

  • Inviato il: 03/11/2020
  • Da: redazione

Oggi un gruppo di militanti di Rifondazione Comunista ha esposto uno striscione con la scritta “Toti dimettiti” davanti alla sede della Regione Liguria per esprimere la nostra indignazione nei confronti del Presidente della Regione. Non merita di ricoprire una carica così importante chi definisce “improduttivi” gli anziani. Toti non solo parla come i nazisti ma dimostra di non conoscere la realtà.

Rifondazione: con Amnesty International indignati per promozioni condannati per G8 di Genova 2001

  • Inviato il: 03/11/2020
  • Da: redazione

Giorni fa abbiamo appreso con profonda indignazione della promozione di due funzionari di polizia condannati per i fatti del G8 di Genova.
Pietro Troiani è stato condannato in via definitiva a 3 anni e 8 mesi per l’introduzione di bottiglie molotov alla scuola Diaz, Salvatore Gava per averne attestato il falso rinvenimento. Con quelle false accuse venne giustificata la macelleria messicana di Bolzaneto.

Pagine