News da Rifondazione.it

“No ai listoni, sì a una sinistra dei movimenti” – Intervista a Paolo Ferrero sul Fatto quotidiano

di Gianluca Roselli – il Fatto quotidiano, pag. 7 -
Paolo Ferrero è il vice presidente del Partito della Sinistra Europea ed ex segretario di Rifondazione Comunista.
Come giudica l’elezione alla segreteria del Pd di Nicola Zingaretti con primarie che, a vedere i numeri, sono state un successo?

Campagna Prc contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie

di Rosa Rinaldi -
Care compagne e cari compagni,
come preannunciato lanciamo una campagna contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie, una campagna utile da un lato a riconoscere il diritto ad una prestazione sanitaria tempestiva, dall’altra ad utilizzare strumenti poco conosciuti che le normative prevedono.
Quante volte le persone e noi con loro ci sentiamo impotenti rispetto all’urgenza di fare un esame diagnostico e i tempi umanamente inaccettabili che ci vengono prospettati.

Acerbo (Prc): «Auguri a Zingaretti, ma se il buongiorno si vede dal mattino…»

«Auguri di buon lavoro a Nicola Zingaretti. Senza pregiudizi – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – attendiamo di verificare nei fatti se il PD assumerà posizioni diverse da quelle antipopolari e neoliberiste che lo hanno caratterizzato finora. Se il buongiorno si vede dal mattino non possiamo che constatare che prevale la continuità.

“Come una candela che brucia da due parti”

Dino Greco
I fili da tirare, nel pensiero e nell’azione di questa straordinaria rivoluzionaria (entrambi i termini, per una volta, non sono abusati) sono molti e ci consegnano un materiale su cui riflettere, oggi più di ieri, quando la storia ha consumato, nel fuoco di brucianti sconfitte, la speranza di una radicale trasformazione dei rapporti sociali, oggi come ieri segnati col marchio dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo.
Io insisterò solo su alcuni aspetti che mi paiono ancora oggi e persino più di ieri densi di significato e di insegnamenti.

NO ALL’AUTONOMIA CHE DIVIDE

Rivolgiamo un appello a donne e uomini liberi, alle soggettività politiche e sindacali, al mondo dell’associazionismo, ai movimenti che si riconoscono nei principi di uguaglianza e nell’universalità dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione.
Un appello per incontrarci e costituirci in un Coordinamento nazionale in difesa della Repubblica, dell’universalità dei diritti e della solidarietà nazionale contro il federalismo differenziale.

Tunisia: domani a Roma presidio delle madri dei nuovi desaparecidos del Mediterraneo

Dal 2011, decine  di migliaia di giovani tunisini sono partiti, dopo la rivoluzione, alla ricerca di un futuro migliore in Europa. Molti di loro ce l’hanno fatta, altri hanno perso la vita in mare ma di un numero  cospicuo, almeno 504 censiti, non c’è più notizia certa anche se in alcuni servizi televisivi è capitato ai loro congiunti di intravederne i volti. Sono soprattutto le madri di questi ragazzi a chiedere verità e giustizia di fronte al vergognoso silenzio delle autorità italiane e tunisine.

Pagine