Rifondazione comunista a fianco del popolo curdo e di quello palestinese

  • Inviato il: 22/06/2020
  • Da: redazione

 
Il prossimo 27 giugno sono previste mobilitazioni in molte città italiane a fianco del popolo curdo e di quello palestinese. Le manifestazioni sono organizzate dalle rispettive comunità a Bari, Bologna, Catania, Genova, Milano, Napoli Messina, Palermo, Pisa, Roma, Salerno, Venezia, Vicenza ed altre città.
L’attualità ci consegna una situazione drammatica in entrambi i casi.
In questi giorni, in Turchia vi è l’ennesima stretta repressiva da parte del regime di Erdogan contro l’opposizione, i mezzi di comunicazione critici, gli avvocati democratici, i sindaci di diverse città del Paese, i detenuti politici, i parlamentari Hdp, etc.  Allo stesso tempo, l’aviazione turca ha ripreso i bombardamenti aerei contro le postazioni curde e la popolazione civile, accanendosi particolarmente sul kurdistan iracheno.
Il 27 giugno saranno in piazza, anche in maniera simbolica, rappresentanti delle comunità kurde in tutto il mondo.
In Palestina, il governo israeliano Netanyahu-Gantz, violando ancora una volta il diritto internazionale e le risoluzioni dell’ONU, vuole annettersi ulteriori territori palestinesi e si appresta a farlo il prossimo 1° luglio.  Oltre le condanne verbali, è ora di prendere misure concrete contro l’impunità criminale del governo israeliano, a cominciare dal riconoscimento italiano dello Stato di Palestina, e dalla sospensione degli accordi commerciali, scientifici e militari con Israele.
Il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea aderisce alle mobilitazioni delle due comunità ed invita tutte-i alla massima partecipazione, in maniera coordinata con i nodi della Rete Kurdistan e delle altre organizzazioni solidali, con le comunità palestinesi, con l’associazionismo internazionalista.
Marco Consolo, Resp. Area Esteri e Pace
Stefano Galieni, Resp. Immigrazione
Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Categoria: