COMO ACCOLTELLATO A MORTE DON ROBERTO. CORDOGLIO DI RIFONDAZIONE COMUNISTA

  • Inviato il: 15/09/2020
  • Da: redazione

Apprendiamo della tragedia avvenuta questa mattina a Como in piazza San Rocco – dove è stato rinvenuto il corpo senza vita di don Roberto Malgesini – uomo che ha dedicato la vita agli ultimi ed all’accoglienza.
Conosciamo molto bene don Roberto e piangiamo una Persona integra con cui abbiamo condiviso per anni l’impegno sociale, antirazzista e per il rispetto dei diritti umani per tutte e tutti.
Da anni denunciamo una situazione sociale esplosiva in città, che vede le persone senza fissa dimora lasciate nel disagio da parte delle istituzioni cittadine e nazionali – un disagio che come più volte abbiamo sottolineato accentua le situazioni psichiatriche e che, a causa di un mancato e reale piano di integrazione, fa ricadere tutto il gravoso lavoro di inserimento sulle spalle di Persone altruiste come don Roberto o don Giusto – creando rischi che purtroppo questa mattina si sono verificati.
La strumentalizzazione di questo fatto gravissimo da parte dei “soliti noti” per alimentare odio ed una narrazione razzista sarebbe proprio ciò che don Roberto non vorrebbe – cosa contro la quale si è battuto per tutta la vita.
Tutta Rifondazione Comunista esprime il massimo cordoglio per la perdita di un caro amico e di un compagno di lotte sociali.
Ciao Roberto, che la terra ti sia lieve.
Como, 15/09/2020
Fabrizio Baggi – Segretario Regionale Lombardia
Pierluigi Tavecchio – Segretario provinciale Como
Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea